La strada italiana per le reti Next Generation: Selta accelera sulla banda larga

SONHIA 100
ottobre 16, 2012 (Cadeo, Piacenza)
User-added image
 
Comunicato stampa

Cadeo (Piacenza), 16 ottobre 2012 -- Al Broadband World Forum di Amsterdam, la massima assise mondiale per le reti di nuova generazione, l’italiana Selta presenta una serie di novità tecnologiche che rispondono alle domande più calde del settore in questo momento: come realizzare la rete a banda larga in modo economicamente sostenibile? Come orientare le reti verso le novità del cloud? Come realizzare gli obiettivi dell’Agenda Digitale, quella italiana e quella europea?
 
“La crisi economica, i vincoli di bilancio, l’evoluzione delle tecnologie sono tutti elementi che stanno disegnando un diverso scenario, portatore di nuove opportunità. Grazie alla sua indipendenza tecnologica, alla sua presenza a fianco di operatori, grandi utilities, aziende in Italia e nel mondo, Selta sta tracciando una nuova via verso scenari della comunicazione”, sottolinea Carlo Tagliaferri, presidente dell’azienda con sede a Cadeo (Piacenza), che negli ultimi due anni ha rinnovato e raddoppiato gli impianti e laboratori di Tortoreto (Teramo), aperto una joint venture tecnico – commerciale in Russia, avviato la strada nel campo della cloud communications.
 
Rame e Fibra: l’evoluzione intelligente passa per l’armadio stradale a 100 Mbit/s
All’edizione 2012 del BBWF, tra le più significative novità, Selta presenta una nuova soluzione per la rete ultraveloce basata sulle tecnologie per l’ FTTCab, ovvero la connessione in fibra fino all’armadio stradale e il collegamento verso l’utente finale utilizzando l’esistente doppino in rame. L’apparato d’accesso SAMBHA stabilisce al riguardo un nuovo record di flessibilità e prestazioni. E’ disponibile per connessioni ADSL2, VDSL2, e VDSL2 / Vectoring fino a 100 Mbit/s, facilitando così l’evoluzione dei servizi e valorizzando l’infrastruttura esistente. 
 
L’apparato – attualmente in test di certificazione presso i laboratori di Telecom Italia a Torino – è realizzato per diverse tipologie di installazione: interna all’armadio, integrata nel portello d’apertura, esterna “on top”, a pozzetto interrato. Grazie ad un elevato livello di integrazione, SAMBHA riduce i consumi rispetto ad altre soluzioni sul mercato e utilizza un raffreddamento statico, con dissipazione passiva senza ventole. L’alimentazione può avvenire attraverso celle solari, con alimentazione elettrica standard a 220 V e  tele alimentazione.
 
In un’ottica future-proof, Selta sta inoltre lavorando su una configurazione master / slave che permetterà l’impiego di apparati basati sul vectoring, con coordinamento del segnale di soppressione del rumore, così da permettere la gestione multi-vectoring da parte di più operatori.
 
Ulteriori soluzioni sono state annunciate da Selta nell’ambito dell’evoluzione dalle reti più tradizionali - ancora significativamente presenti presso le aziende e che quindi devono essere supportate dagli operatori - verso le reti IP di nuova generazione, più performanti e di minor costo di gestione. In tale ambito è stata presentata la soluzione multi servizio e multi accesso SONHIA, che permette di interconnettere diverse tipologie di rete, dalle più tradizionali a quelle di più recente generazione, in particolare il Carrier Ethernet (1 / 10 Gbit Ethernet). Le grandi doti di versatilità e le elevate prestazioni fanno di SONHIA una piattaforma ‘future-proof’ e adatto anche per applicazioni di tipo mission critical.
 
Dall’infrastruttura al cloud e alla virtualizzazione
Le nuove reti a banda larga e ultra-larga sono anche la premessa per lo sviluppo di nuovi sistemi di comunicazione aziendale orientati al cloud. Uno dei più avanzati sistemi sul mercato dell’enterprise communications è stato presentato da Selta con la serie SAMubycom, ora anche nella versione virtuale (Virtual Instance) che non richiede la presenza di un hardware dedicato, quale che sia la dimensione dell’organizzazione servita. 
 
SAMubycom è un sistema di comunicazione che utilizza server fisici dedicati o server virtuali, per erogare le funzioni di   comunicazione multimediale (voce, dati, video) e per i servizi di UC&C - Unified Communications & Collaboration. E’ così possibile condividere documenti e flussi di informazioni, comunicare tra gruppi di utenti interni ed esterni all’azienda con diverse modalità simultaneamente: dalla posta elettronica alla fonia su rete fissa e mobile, al video, all’instant messaging, ai fax con lettura automatica. E’  la soluzione flessibile per le aziende, per carrier e fornitori di servizi in cloud, anche grazie alle configurazioni “Multi-Instance” attraverso le quali un fornitore di servizi in cloud (es. un carrier) può creare sistemi indipendenti in oigni spazio virtuale su server. 
 
Informazioni su Selta
Selta è un’azienda attiva nella piattaforme di comunicazione per le imprese, gli enti pubblici e per gli operatori di rete fissi e mobili, oltre che nei sistemi di controllo e automazione delle reti delle public utilities per l’energia e i trasporti. E’ il maggior produttore a capitale italiano di tecnologie e soluzioni per l’Enterprise Communications e per le reti a banda larga. Le sue soluzioni per le reti elettriche di trasmissione e di distribuzione trovano impiego presso le maggiori utilities in tutto il mondo.
L’azienda ha sede e laboratori in Italia a Cadeo (Piacenza), un secondo polo di R&S e produzione a Tortoreto (Teramo), filiali e centri di supporto tecnico in Spagna e Federazione Russa. Con più di 100 ricercatori e progettisti nei laboratori  di Cadeo e Tortoreto e il 12% dedicato alle attività di R&S, Selta è tra le maggiori aziende di proprietà italiana impegnate nell’innovazione nel settore ICT.
 
Contatti stampa
Caterina Basso, Selta
c.basso@selta.it
+39.0523.50161